Che cosa sono i diritti umani ?
Sono tuoi, semplicemente per il fatto che tu sei un essere umano Stampa E-mail

Mentre alcuni dizionari definiscono la parola “diritto” come “un privilegio”, se viene usata nel contesto dei diritti umani stiamo parlando di qualcosa di più basilare.

Ad ogni persona vengono conferiti certi diritti fondamentali, semplicemente per il fatto di essere un essere umano. Sono detti “diritti umani” perché non sono semplicemente un privilegio (che può essere tolto in base al capriccio di qualcuno).

Sono “diritti” perché sono cose che è permesso essere, fare o avere. Questi diritti esistono per proteggerti da eventuali persone che vogliono danneggiarti o farti del male. Ci aiutano inoltre ad andare d’accordo tra di noi e vivere in pace.

I diritti umani si basano sul principio del rispetto nei confronti dell’individuo. La loro premessa fondamentale è che ogni persona è un essere morale e razionale che merita di essere trattato con dignità. Sono chiamati diritti umani perché sono universali. Mentre alcune nazioni o singoli gruppi godono di diritti specifici che si applicano esclusivamente ad essi, i diritti umani sono i diritti che appartengono ad ogni persona semplicemente perché è viva, indipendentemente da chi sia o da dove viva.

Se non conosci i tuoi diritti, non li puoi fare valere

Molte persone sanno qualcosa dei propri diritti. In genere sanno di aver diritto al cibo e ad un luogo sicuro in cui vivere. Sanno di avere il diritto di essere pagate per il proprio lavoro. Ma ci sono anche molti altri diritti.

Quando la gente non conosce bene i diritti umani, si possono avere abusi come la discriminazione, l’intolleranza, l’ingiustizia, l’oppressione e la schiavitù.

Nata a causa delle atrocità e delle enormi perdite di vite durante la seconda guerra mondiale, la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite è stata promulgata nel 1948 per fornire una comprensione generale dei diritti di ogni persona. Costituisce la base di un mondo fondato su libertà, giustizia e pace.

Nonostante la sua eterna pertinenza, alcuni sondaggi mostrano che il 90% degli intervistati non ne ha mai sentito parlare! Molte persone, se si chiede loro di menzionare i propri diritti, citeranno soltanto la libertà di parola e di fede o forse un paio di altri diritti. Non c’è dubbio che questi diritti siano importanti, ma il raggio di applicazione dei diritti umani è molto vasto. Significano potere di scelta e opportunità. Significano libertà di ottenere un lavoro, di intraprendere una carriera, di scegliersi il proprio partner e di crescere i propri figli. Includono il diritto a viaggiare in lungo e in largo, di lavorare con profitto senza essere maltrattati, senza subire abusi e senza la minaccia di un licenziamento arbitrario. Comprendono persino il diritto al tempo libero. Perciò, in loro assenza, la felicità è impossibile, nessuna libertà, nessuna sicurezza personale e nessuna opportunità.

 

Il rispetto dei Diritti Umani porta alla pace

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani è il più importante strumento del mondo. Il suo paragrafo di apertura è una potente affermazione: “Il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti, uguali ed inalienabili, costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo.”

Tuttavia un largo varco esiste tra la formulazione di queste mete e il loro compimento. La discriminazione è sfrenata nel mondo. 27 milioni di persone vivono in schiavitù: più del doppio del periodo del picco del commercio della schiavitù! Migliaia di individui sono in prigione per aver espresso le proprie opinioni. Tortura e detenzione per motivi politici, spesso senza processo, sono comuni, anche in alcuni dei paesi democratici. La pace continua ad eludere molte regioni del pianeta. Colmare l’enorme abisso tra gli ideali dei diritti umani e la realtà di diffuse violazioni di essi, è ciò che porta i diritti umani a dover esser difesi.

Diventa un sostenitore dei Diritti Umani

Coloro che lavorano per realizzare i diritti umani al giorno d’oggi possono o meno essere figure conosciute. Ma ciascuno di loro condivide un impegno appassionato al principio per cui tutti sono nati con uguali diritti e qualsiasi cosa in meno è un’ingiustizia. A volte, un individuo può sentire che lui o lei può realizzare un piccolo significativo passo in avanti. Ma coloro che in passato hanno ottenuto un impatto di lunga durata per i diritti umani devono essersi sentiti nello stesso modo, eppure hanno cambiato il mondo. Oggi abbiamo un vantaggio che loro non avevano. I Diritti Umani esistono e sono generalmente accettati. E mentre la meta sembra distante, centinaia di milioni di persone vivono una vita incomparabilmente più felice rispetto alla maggior parte della gente nei giorni in cui i diritti umani esistevano a malapena. Coloro che sono venuti prima sono stati determinanti.

Ora, chi si assicurerà che i diritti umani vengano rispettati? A lungo termine, i governi non stabiliscono nuove tendenze, usano quelle già esistenti, create dalle persone. Persuadere i governi a mettere completamente in atto la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, richiede azioni efficaci e costanti a livello dei cittadini per rendere questi diritti un fatto, in comunità sia grandi che piccole.

Eleanor Roosevelt, principale artefice della Dichiarazione Universale dei Diritti UmaniIn risposta alla precedente domanda, Eleanor Roosevelt, che fu il principale artefice della Dichiarazione, più di cinque decenni fa, ha dato una risposta che esprime eloquenza e verità:

Dove iniziano, dopo tutto, i diritti umani universali?
In piccoli luoghi, vicino a casa, così vicini e così piccoli che non si possono vedere sul mappamondo. Tuttavia si tratta del mondo della singola persona, il vicinato in cui vive, la scuola o università che frequenta, la fabbrica, ditta o ufficio in cui lavora... Questi sono i luoghi in cui ogni uomo, donna e bambino cerca giustizia, opportunità e dignità eguali, senza discriminazione. A meno che questi diritti non abbiano un significato lì, essi avranno poco significato altrove. Senza un'azione concordata da parte dei cittadini per far sì che vengano seguiti nel proprio ambiente, cercheremo invano progressi nel più vasto mondo.

Eleanor Roosevelt
Presidente della Commissione sui Diritti Umani delle Nazioni Unite

 

Una breve storia dei Diritti Umani

Video - I principali eventi che portarono alla creazione della Dichiarazione

 
© 2017 Gioventù per i Diritti Umani
This is a free joomla template by funky-visions.de
FVTECHBLOG0808

Tu devi essere il cambiamento che desideri vedere nel mondo - Mahatma Gandhi