Alcune voci storiche per i diritti umani
Stampa E-mail
"Le persone sono libere di vivere in ogni area e di intraprendere un lavoro a condizione che non violino mai i diritti di un altro. Impedisco la schiavitù e proibisco il fatto che gli uomini e le donne vengano scambiati come degli schiavi... questo tipo di tradizioni dovrebbero esere sradicate in tutto il mondo". Ciro il Grande, Persia (585-529 A.C.) La Dichiarazione d'indipendenza degli Stati Uniti, scritta principalmente da Thomas Jefferson, afferma che: "Consideriamo che queste verità siano auto-evidenti, che tutti gli uomini siano stati creati uguali, che siano stati dotati dal loro Creatore di certi diritti inalienabili e che tra questi vi sono la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità"

"L'ingiustizia in un luogo qualsiasi è una minaccia alla giustizia ovunque."
Martin Luther King Jr.
mentre si batteva per i diritti degli africani in America nel 1960

Combattendo con orgoglio contro la persecuzione religiosa nel XVIII secolo in Francia, Voltaire scrisse:

"Mi dissocio da ciò che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo."

Mahatma Gandhi descrisse la non violenza come "la forza maggiore di cui l'umanità dispone. È più potente della più potente arma di distruzione che sia mai stata concepita dall'ingegnosità dell'uomo."

Quando il governo dell'apartheid del Sudafrica nel 1964 ha processato Nelson Mandela, egli ha dichiarato:
"Il mio ideale è una società democratica e libera in cui tutte le persone vivono insieme in armonia e con uguali opportunità".
 
© 2017 Gioventù per i Diritti Umani
This is a free joomla template by funky-visions.de
FVTECHBLOG0808

Tu devi essere il cambiamento che desideri vedere nel mondo - Mahatma Gandhi